INTRO

questo blog nasce da un fremito. Dopo avere assunto stramonio all'angolo di una via montuosa ho avuto visioni dell'anno 4441. A quell'epoca era stato riassunto il calendario Maya, che inizia da una data mitica 5 Ahua 8 Cumhu e giunge fino alla fine del Mondo. Su un planetoide burocraticamente parte del Coordinamento interdipartimentale delle 15 galassie veniva sperimentata la possibilita di ibernazione attraverso le modifiche determinate dal protocollo Hymen Gottuso. Il planetoide si chiama Rorschach Phenoid in omaggio ad una possibilità. La squadra ibernata era formata da individui sceltissimi e categorizzati 10 bis per qualità fisiche intellettuali ed arroganza. questa squadra era costantemente monitorata da un manipolo altrettanto selezionata da tecnici ad altissima preparazione et curriculums che lo metterebbero in culo persino a Dio. l'ultima ruota del carro era un certo Frankie Flowers che si occupava di rinfrescare i terminali,togliere le muffe biorganiche, svuotare le latrine chimiche. Un bel giorno del 4441 la scoreggia di una supernova inclina il piano sulla mappa cosmica di Rorschach Phenoid. Ne segue un casino: Tutti i tecnici schiattano ma,miracolosamente, l'impianto di conservazione dei palloni gonfiati ibernati rimane inalterato. L'unico sopravvissuto del personale tecnico e paratecnico è,ancora miracolosamente, Frankie Flowers. Questa è la storia del suo riscatto e della sua vendetta.

N.B.il contenuto della narrazione è ovviamente alla rovescia e parte dalla fine come la scrittura maya. si prega di seguire i links per spupazzarsi tutto il trip. Grazie.


giovedì 30 luglio 2009

fAsCiA LeMmE 91. AnNo 4441. rEtTa


La frattura era più scomposta di quanto noi tre pensavamo/ Rorschach Phenoid poteva infilarsi in una delle tre aperture/la una la due o la tre/ intanto i brividi ci passavano dai talloni fino alla cervicale come fossimo lucertole scuoiate vive da qulache lemuro australopiteco con un debole per i ventri molli/ il Professore si buttò in ginocchio a pregare non so bene cosa visto che nello spazio non c'erano Dei/ Drifter continuava ad imperversare sul trangolo comandi assottigliando il gough e tentando di pistonare il più possibile riflussi verso l'esterno della postazione in attesa del botto/
Fu esattamente allora che mi accorsi che l'occhietto di Longelan si stava spalancando/ quasi glauco di un azzurro fottutamente fantastico/ Pareva Dio su un paio di rollerblades e m'aspettai per una zimmofase di vederlo piroettare e piombarci davanti con una silhouette da ballerina marsicana/ gli altri avevano interferenze talmente pesanti nella scatola cranica da non realizzare nulla/ io mi piegai istintivamente sotto la consolle per non vedere l'orrendo spettacolo delle capsule che si aprivano/ dopo un'infinità di digrignamento denti sollevai lo sguardo e Longelan mi dominava follemente nudo dall'alto in basso/ il suo tuttoinsieme era circonfuso da una sorta di Glitter Makali/ il corpo pareva addirittura squagliarsi per l'eccessiva intensità dei riverberi Ophlar/
non tentai neanche di osservare se anche gli altri membri del team ibernati s'erano scucchiati fuori dai sarcofaghi/ ormai ero abbaccinato e affastellato da Longelan/ un suo sguardo da superuomo delle Amminogalassie e sarai sparito in una pozzanghera macilenta di di odori disdicevoli/ Drifter e il Professore erano piombati/semplicemente limpidamente immobili quanto poteva esserlo ormai il triangolo comandi/ Longelan mi sfiorò con le pupille poi si volse al professore/ Dire che fosse incazzato è un eufemismo/pensai la butta male per il vecchio/Infatti Longelan avvicinà il palmo della sua mano al muso del Professore e ne ricoprì tutti i trattipoibeh, cazzo/ poi ci fu il botto

sabato 25 luglio 2009

fAsCiA LeMmE 88.AnNo 4441.EuClIdE
Col cazzo/ interrogai il professore e lui sembrava appena sopravvenuto da urania/ mi disse o le colonie batteriche erano già abbastanza indebolite per sviluppare virus oppure questi coglioni hanno assorbito tutto senza nemmeno fare una pieghetta al pomo di Adamo/ rimasi sconvolto/ Possibile che Longelan e la sua ciurma fossero giunti con o senza la nostra presenza o quella di tecnici paraculati al completamento del loro programma/ possibile che monitorarli fosse già da qualche tempo assolutamente inutile e superfluo/ crollai/ Drifter e il Professore guardavano dritti la postazione degli ibernati senza muovere un muscolo/ forse non potevamo più nulla per condizionarli/ al contrario erano loro che iniziavano a sbattere la cognitiva in giro per la sala/ controllandoci come si osservano dei sottouomini in un box di Carbonemoid e li si gode mentre agonizzano o più semplicemente si cagano sotto/

martedì 14 luglio 2009

fAsCiA LeMmE 84. AnNo 4441. QuAdRaTo

Eravamo incasinati/ tonificati ma fottuti/bastava buttare un'occhiata di là dal monitor per capire che la squadra del Porco Capitano Longelan era sempre stata in controllo/noi ci strascicavamo/ ma eravamo dilettanti amateurs/usciti dalla fase di tempesta a pallini e visione in nove ddddddddd tornavamo a crashare con la realtà e realizzavamo che loro mantenevano le proprie minime funzioni vitali sotto l'incudine del Programma Sufficienza/ potevamo quasi sentirli ruttare pensieri acidi da una sponda all'altra della postazione/ pareva che nulla gli impedisse di snodare le loro menti attraverso le nostre e quando pensavamo di essere in controllo loro forse cominciavano a sollevare il ciglio dell'occhio/ urlai al professore di cassare il Proctor 12.26/ era l'unico modo per darci del delay prima che si incuriosissero su dove li stavamo trascinando/sudavamo freddo/ tutto il brufoloso delle sostanze s'era snebbiato e quello che avevamo davanti erano cinque membri di un segretissimo piano di ibernazione Goy-Moy che si stavamo sbrinando prima del tempo in un posto dove non sarebbero mai dovuto essere/ e dall'altra parte stavano tre straccioni che avevano tentato in ogni modo di condizionarli nelle impostazioni Agenda e motore Sincretico e aggancio estetico per manipolarli una volta tornati nello sfintere del Pianeta Madre/ Chiavati/ poi iniziai ad urlarmi da solo nel cervello: pensai alle colonie organiche impiantate dal professore per sviluppare virus monitorabili o forse meno/ era la nostra ultima carta/ che quelle vomitevoli michroframes avessero sputtanato qualche ping di Total Sufficiency Reload Program e dentro quelle capsule si stesse embrionando qualcosa di parecchio oscuro ma forse altrettanto fico/

mercoledì 8 luglio 2009

fAsCiA LeMmE 81. AnNo 4441. DoDeCaGoNo


Drifter fu il primo a capire che stavamo fottendo tutto il nostro gran piano/ le infiltrazioni di ocer /Grangrem/Mjiaik/ stavano sconquassando il nostro standard percettivo e iniziavamo a prendere fischi per fiaschi/ delay dove c'era un timeknobbler ad esempio/ oppure sostensori termici dove c'era un Van Loon/ l'aver attraversato le turbolenze ed esserci caricati di fenomeni di accumulo vaps ci aveva reso delle biglie grigiastre/ delle vesciche alla vecchia tintura d'oppio/ dei wreckers rotolanti ed assolutamente incapaci di gestire la fase del risveglio dei nostri soggetti/ loro stavano già reimpostando le funzioni e noi sballavamo incapaci di reggerci più di dodici passi di seguito? Loro connettevano i cloacksters periferici e noi ridevamo come degli sganasciati passando dall'ebbro moderato al devastato galattico?
Cattiva Medicina.

Il Professore recuperò quell'attimo di lucidità e ci fissò al programma di reinvestimento[. :Aphle . :] ovvero una stanza a isolamento progressivo dove una volta avviati i procedimenti saremmo stati floppati strizzati stuccati e reimpostati/ il programma funzionava così: toglieva gli stati di alterazioni casuale e li reindirizzava su piani di investimento a medio e lungo termine/ ci doveva dare obbiettivi insomma un pò come un brainwatching/ Ci serravamo per sette fasi nella stanzetta % e guardavamo sotto spirito i commercials della Master & Paco i promo della Metallic Profiterol inc. e i demo della intergalactic sphinctour operations limited/ questa ci riagganciava a punti fermi e sfoltiva le visioni/ poi una bella doccia di Zyrkon Slim per ridare tonicità alle fasce postmuscolari e snodare i traumi/ infine corse modeste in tondo parlandosi continuamente di cose del tipo....ti ho visto su Ipernalia 72 fasi fa...le tue doglie come vanno...hai regolari periodi di evacuazione....e i bambini hai sentito di Arthur che li ha ammazzati tutti e quattro e ha violentato l'ultimo.../ completato il programma emergenza eravamo pronti a riavviarci come supervisori dei soggetti in costante modificazione/ uscimmo dal settore fitness e sperammo di trovare cazzi un pò meno acidi/

giovedì 2 luglio 2009

fAsCiA LeMmE 78. AnNo 4441. GoNiOmEtRo

E invero ignari lo erano fin oltre il limite del tollerabile/ Io Drifter e il Professore attraversavamo una tempesta di sferoidi ormonali l'una dietro l'altra/conoscevamo aspetti reciproci che assomigliavano a conigli bianchi operati a cielo aperto/vedevamo sfumature ipertrofiche e ci paiavamo loaded di colori inesistenti a nord-est delle latitudini ionozoniche/ e loro dissimulavano in un sonno lindo e protetto/i virus e relativi anticorpi sviluppati dal Professore all'interno delle loro Cellule Procariotiche parevano essere stati assorbiti in una maniera superba/ mantenevano le funzioni vitali con una flemma assassina/ noi tre cominciavamo a pensare che la manipolazione iniziasse ad effettuarsi a partire dal loro fortino apparentemente inconscio/ Eravamo mentalmente ghiacciati/verso la settantaseiesima punta di energia le turbolenze ebbero fine e cominciammo a tirare le somme sulla condizione del planetoide/ eravamo chiaramente in un frantoio di hypercommix/ un ribollire di esplosioni e di saturnali galattici spiranti/ stavamo entrando nel cimitero delle pulsar nel camposanto degli asteroidi schizoidi nel pitch delle minigalassie fottute/ a questo punto qualsiasi cosa poteva profilarsi e nulla era simile a quello che già conoscevamo/ avevamo bisogno di stacco perchè ogni fase temporale che trascorreva gli ibernati sganciavano pulviscoli di reattività/ prima quasi impercettibili/ poi sempre più evidenti/ e questo in coincidenza con l'irrompere nel mausoleo dei cieli morti/ segno che da qualche parte una frattura Blough temporale poteva spalancarsi da un momento all'altro e rincularci dalle parti del Pianeta Madre/ e noi dovevamo essere pronti e non fatti/ come chiaramente eravamo/