INTRO

questo blog nasce da un fremito. Dopo avere assunto stramonio all'angolo di una via montuosa ho avuto visioni dell'anno 4441. A quell'epoca era stato riassunto il calendario Maya, che inizia da una data mitica 5 Ahua 8 Cumhu e giunge fino alla fine del Mondo. Su un planetoide burocraticamente parte del Coordinamento interdipartimentale delle 15 galassie veniva sperimentata la possibilita di ibernazione attraverso le modifiche determinate dal protocollo Hymen Gottuso. Il planetoide si chiama Rorschach Phenoid in omaggio ad una possibilità. La squadra ibernata era formata da individui sceltissimi e categorizzati 10 bis per qualità fisiche intellettuali ed arroganza. questa squadra era costantemente monitorata da un manipolo altrettanto selezionata da tecnici ad altissima preparazione et curriculums che lo metterebbero in culo persino a Dio. l'ultima ruota del carro era un certo Frankie Flowers che si occupava di rinfrescare i terminali,togliere le muffe biorganiche, svuotare le latrine chimiche. Un bel giorno del 4441 la scoreggia di una supernova inclina il piano sulla mappa cosmica di Rorschach Phenoid. Ne segue un casino: Tutti i tecnici schiattano ma,miracolosamente, l'impianto di conservazione dei palloni gonfiati ibernati rimane inalterato. L'unico sopravvissuto del personale tecnico e paratecnico è,ancora miracolosamente, Frankie Flowers. Questa è la storia del suo riscatto e della sua vendetta.

N.B.il contenuto della narrazione è ovviamente alla rovescia e parte dalla fine come la scrittura maya. si prega di seguire i links per spupazzarsi tutto il trip. Grazie.


lunedì 18 maggio 2009

fAsCiA LeMmE 69. AnNo 4441. DiAmEtRo


così accordammo/ il professore mantenne un semi-life per i soggetti incapsulati e intanto recuperava colonie di batteri dalle forre Ontoy verso l'indice di Hermes sulla penisola B./ io gongolavo/avevamo bisogno di tempo/ La fretta del professore avrebbe mandato ogni cosa a puttane e necessitavamo delle personalità mutanti in tripla copia: potenza intelligenza e orrore/ il professore nel frattempo che sospendeva i soggetti e lavorava sulle colonie trovava anche il tempo per un check-up estetico delle personalità ibernate/ grazie ai Flaimm a interfaccia stummer poteva lavorare sulle modifiche corporali/era un lavoro delicato ma imprescindibile anche se credevo che l'avrebbe lasciato per ultimo/io insistevo per volere il look businessman fottuto con occhi albini/qualcosa che inchiodasse per carisma e lasciasse trapelare una bella corrente di paura che alla gente fa sempre effetto e fa abbandonare le scelte individuali/ Il professore nicchiava: voglio che siano mostri diceva: arrivano e spazzolano tutto: la gente ora vuole la frusta/ mi sembrava una cazzata ed ero sicuro che/con un pò d'adulazione l'avrei portato sui miei lidi visivi/ La gente dicevo vuole rigore ma non cagarsi sotto/ e piano piano il professore nicchiava meno/

1 commento:

  1. "Io gongolavo/avevamo bisogno di tempo/ La fretta del professore avrebbe mandato ogni cosa a puttane e necessitavamo delle personalità mutanti in tripla copia: potenza intelligenza e orrore..." chissà se è questo il senso.. ma (mi) è venuto lampante pensare all'uomo in sè... quando l'ambizione scalcia troppo in alto si può mettere al mondo qualcosa di veramente orribile.. la foto è molto emblematica.. ma le pecorelle sono terribilmente tenere.. Volevo passare anche "di là" ma il Signor L deve avere qualche problema in corso.. Bacio, LB.

    RispondiElimina